Calamari alla pancetta con puré di fave e pecorino e maionese di pomodoro

10 maggio 2013

In questo periodo si fa sempre più pressante la voglia di piatti a base di pesce, sarà perché ormai siamo tutti stufi di questo tempo, sarà che abbiamo voglia di evadere un po’ con la mente e immaginare di essere in vacanza o comunque rilassati in un bel posticino dove ci servono una squisita cenetta e non dobbiamo pensare a nulla. In effetti quando ci ritroviamo a casa è proprio questo il genere di piatti che ci vengono in mente, quelli che sicuramente apprezzeremmo se fossimo seduti al ristorante, quindi perché non prepararceli da soli e goderci una serata comoda e rilassata a casa nostra con un bel sottofondo musicale e la compagnia e il vino giusti?

Buon venerdì a tutti e speriamo che il sole torni presto a scaldarci!

Trovate questa ricetta sul nr. di Maggio di “A Tavola” a pag. 100

INGREDIENTI (x 4 persone)

– 12 calamari medi

– 12 fette di pancetta

– 500 gr fave

– 150 gr pecorino romano

– ½ porro

– 200 gr pane grattugiato

– menta

– prezzemolo

– rosmarino

– maggiorana

– 100 gr pomodorini maturi

– sale

– pepe

– olio EVO

PROCEDIMENTO

Per il puré di fave e pecorino

– Pulire le fave e metterle a rosolare in un tegame con il porro e poco olio, salare, pepare e lasciare insaporire 5 minuti

– Aggiungere un paio di bicchieri di acqua, abbassare al minimo, mettere il coperchio e lasciare stufare per 30/40 minuti

– Lasciare intiepidire e frullare tutto con un frullatore ad immersione creando una crema piuttosto omogenea (ne risulterà un puré un po’ grumoso)

– Unire a questo punto il pecorino, mantecare bene il tutto con una frusta ed aggiustare di sale e pepe se necessario. Tenere da parte

Per i calamari

– Pulire i calamari come d’abitudine (eliminare i tentacoli, svuotare la sacca dalle interiora, asportare cartilagine, pelle violacea esterna e pinne laterali)

– Lavarli bene sotto acqua corrente fredda, aprirli lateralmente con un coltello dalla lama affilata, tamponarli con carta assorbente e stendere all’interno di ciascun calamaro una fetta di pancetta, arrotolarli nel senso della lunghezza e partendo dalla parte più larga ed infilarli in un bastoncino di legno per involtini (3 involtini per ogni spiedino)

– Preparare un’impanatura con il pan grattato, le erbette e il sale e passare gli spiedini su questo mix su tutti e due i lati pressando leggermente con la mano per fare aderire l’impanatura

– Disporre gli spiedini su una teglia su carta forno, irrorare con un po’ di olio ed infornare a 200° per 15/20 minuti (verificare)

Per la maionese di pomodoro

– Frullare i pomodorini insieme ad un po’ di sale e olio EVO fino ad ottenere un’emulsione

 

Servire lo spiedino di calamaro alla pancetta con il puré di fave e pecorino e guarnire con qualche goccia di maionese di pomodoro