Pici in crema di pecorino con bottarga e salvia

13 marzo 2013

Mamma mia che buono il pecorino con la bottarga! Sono due sapori forti che esaltandosi l’un l’altro creano in bocca un’esplosione di gusto. Per questa ricetta ci siamo ispirati ad un piatto assaggiato ad Alghero dal mitico “Andreini”, piatto che abbiamo amato moltissimo. Ovviamente non potevamo non creare una variante secondo il nostro gusto personale. Questa variante è data dall’aggiunta del pomodoro verde che dona quel tocco di acidità che aiuta un po’ a “sgrassare”, e dall’utilizzo di un pecorino sardo insieme al nostro amatissimo squacquerone che insieme conferiscono al condimento una cremosità da leccarsi i baffi. Provate questa versione sardo-romagnola del cacio e pepe perché è di una golosità assoluta!

Questo piatto in fondo altro non è che l’espressione del nostro desiderio più grande: unire la nostra adorata Romagna (la nostra patria) con l’altrettanto adorata Sardegna, terra che ci ha conquistati ormai da lungo tempo e in assoluto unico luogo dove vorremmo vivere in alternativa alla Romagna!

 

 

 

 

INGREDIENTI(x 4 persone)

- 500 gr pici artigianali

- 80 gr bottarga di muggine

- 150 gr pecorino sardo

- 100 gr squacquerone

- 2/3 pomodori verdi

- 1 spicchio aglio

- qualche foglia di salvia

- ½ bicchiere di Vernaccia

- ½ bicchiere latte

- pepe

- sale

- olio EVO

PROCEDIMENTO

- In un pentolino scaldare il latte con lo squacquerone poi unire il pecorino a tocchetti e far fondere tutto a fuoco dolcissimo per pochi minuti mescolando con una frusta. Spegnere e tenere da parte

- In una padella scaldare poco olio, unire l’aglio in camicia, la salvia tritata e il pomodoro verde a dadini. Sfumare con la Vernaccia, salare, cuocere a fiamma vivace per 3-4 minuti, eliminare l’aglio poi spegnere

- Tagliare la bottarga a lamelle sottili e tenerla da parte

- Lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolare molto al dente (tenendo una tazza abbondante di acqua di cottura) e finire di cuocerla nel tegame con il pomodoro e la salvia, mantecando con l’acqua di cottura tenuta da parte e metà della crema di pecorino preparata

- Nel frattempo scaldare la crema di pecorino rimasta che servirà a guarnire

 

Servire i pici facendo un nido con l’aiuto di una pinza ed un mestolo, versare sopra ancora un po’ di crema di pecorino, unire lamelle di bottarga a piacere, qualche foglia intera di salvia, un filo d’olio ed una macinata di pepe