Tagliolini al limone, alici ed erbe aromatiche

02 maggio 2012

Questa variante dei tagliolini al limone ci è venuta in mente grazie all’ispirazione data dal nostro bel giardino dove quest’anno le piantine aromatiche “la fanno da padrone”. Le alici fresche aggiungono quel tocco di mare del quale noi non possiamo fare a meno. Da provare, visto il bel tempo che avanza, con un bel calice di bianco fresco.

INGREDIENTI (x 4 persone)

- 600/700 gr tagliolini all’uovo
- 20 alici fresche
- 2 limoni non trattati
- ½ bicchiere vino bianco
- 1 vasetto di acciughe sott’olio
- 1 spicchio aglio
- timo, prezzemolo, finocchietto, erba cipollina
- Olio EVO
- Sale
- 1 cucchiaino miele acacia
- pecorino romano
- Peperoncino

PROCEDIMENTO

- Pulire le alici fresche, sciacquarle sotto acqua corrente, tamponarle con carta assorbente e metterle in una ciotolina con un po’ di olio e qualche goccia di limone.
- Grattugiare la scorza dei 2 limoni (solo la parte gialla) utilizzando i fori medi. Tenere da parte
- Spremere i 2 limoni e mettere il succo ricavato in un pentolino a stemperare sul fuoco con il cucchiaino di miele ed un po’ di olio
- Mettere sul fuoco una padella capiente con un po’ di olio, scaldare e unire lo spicchio d’aglio intero, le acciughe scolate dal loro olio ed un po’ di peperoncino.
- Lasciare disfare le acciughe, unire la scorza di limone grattugiata e metà delle alici fresche pulite (l’altra metà la uniremo alla fine quando mantecheremo il tutto), sfumare col vino bianco, fare evaporare l’alcool ed unire il succo di limone (che avevamo stemperato con il miele) e le erbette aromatiche tritate al coltello. Fare insaporire il tutto per 3 / 4 minuti. Togliere lo spicchio d’aglio e aggiustare di sale se necessario.
- Cuocere i tagliolini giusto un paio di minuti in acqua bollente salata e scolarli prelevando un po’ di acqua di cottura
- Versarli nella padella del sugo e saltarli unendo l’altra metà delle alici, un po’ di acqua di cottura, un po’ di pecorino e olio per mantecare ed amalgamare bene il tutto.

Servire con l’aiuto di un mestolo (per cercare di ricavare uno o due nidi), unire un po’ di erba cipollina, una manciata di pecorino sopra e un filo d’olio.