Spaghettoni all’amatriciana di scorfano e pepe di Sarawak

21 marzo 2013

La contaminazione dei piatti della tradizione con ingredienti inusuali ci piace davvero. E lo scorfano che è un pesce così saporito non poteva che maritarsi bene con il guanciale, sono una coppia perfetta! Non essendo proprio dei fanatici del pepe abbiamo optato per un pepe abbastanza morbido e leggero che è il pepe nero di Sarawak che non avevamo mai provato e che utilizzeremo più spesso laddove il peperoncino non possa essere usato. Altro suggerimento che vogliamo dare a chi come noi è un amante della pasta “tosta” che rimane bella soda e molto al dente, è quello di utilizzare questo tipo di spaghetti: squisiti (così come gli altri formati di Cavalieri). Insomma se non l’avevate ancora capito questa amatriciana è da svenire!!!

INGREDIENTI(x 4 persone)

- 500 gr Spaghettoni Benedetto Cavalieri

- 400 gr filetto di scorfano

- 70 gr guanciale

- 500 gr pomodori Piccadilly

- 1 scalogno

- poco vino bianco

- pepe nero di Sarawak

- sale

- olio EVO

PROCEDIMENTO

- Rosolare lo scalogno tritato ed il guanciale a striscioline in un tegame con poco olio

- Sfumare con il vino bianco, lasciare evaporare l’alcol e unire i pomodori tagliati a dadini

- Cuocere a fiamma vivace per 5 minuti

- Unire a questo punto il filetto di scorfano spezzettandolo con il cucchiaio di legno direttamente dentro al tegame e continuare la cottura del sugo a fuoco dolce per 7-8 minuti. Aggiustare di sale e tenere da parte

- Lessare gli spaghettoni in abbondante acqua salata, scolare molto al dente (tenendo una tazza abbondante di acqua di cottura) e finire di cuocerli nel tegame del sugo, mantecando con l’acqua di cottura tenuta da parte e olio EVO qb

 

Servire gli spaghettoni facendo un nido con l’aiuto di una pinza ed un mestolo, versare sopra un po’ di sugo, un filo d’olio, una macinata di pepe di Sarawak e guarnire con un ciuffetto di prezzemolo riccio