Millefeuille Praliné per il nostro compleanno

04 febbraio 2013

Buon Compleanno a noi!!! E già…il nostro blog compie già un anno dal momento del suo inizio. Siamo felici di quest’avventura che ci sta portando alla scoperta di gusti, mondi, sapori e persone meravigliose. Volevamo festeggiare alla grande e quindi ci siamo dedicati un dolce di quelli indimenticabili, per bontà, bellezza e anche impegno. Sì perché confessiamo che la preparazione è stata un po’ lunga, comunque nulla di così complicato o inaffrontabile.

E dobbiamo riconoscere ancora una volta, se per caso ancora non ne fossimo convinti, che i francesi la sanno proprio lunga in fatto di pasticceria. Una volta provata la cottura della pasta sfoglia in questo modo non riuscirete più a privarvene, davvero ne vale la pena! Rimane croccantissima anche dopo 3 giorni in frigo…è incredibile. Avete presente quei dolci che appena messi sotto ai denti scrocchiano? Ecco, questa sfoglia è così, per noi è stato come assistere ad un miracolo perché non credevamo fosse possibile.

In questo caso Vive la France e…Bonne Anniversaire!

 

 

INGREDIENTI

Per la pâte feuilletée caramelisée

- 3 rotoli di pasta sfoglia rettangolari

- zucchero a velo qb

- cacao amaro qb

Per la crema chantilly

- 5 tuorli

- 500 ml latte

- 1 baccello di vaniglia

- 130 gr zucchero

- 50 gr farina 00

- 200 ml panna fresca

- 3 fogli gelatina

Per la crema Chiboust al caffè e nocciole

- 250 ml latte

- 100 ml panna

- 2 cucchiaini caffè solubile

- 4 tuorli

- 90 gr zucchero (per i tuorli)

- 20 gr fecola

- 4 albumi

- 60 gr zucchero (per l’albume)

- 3 fogli gelatina

- 50 gr nocciole caramellate tritate

Per il praliné di mandorle e cioccolato

- 150 gr cioccolato al latte

- 30 gr burro

- 150 gr mandorle pralinate

PROCEDIMENTO

Per la pâte feuilletée caramelisée

- Preriscaldare il forno a 165°

- Stendere i 3 rotoli di sfoglia ognuno su una placca su carta forno avendo cura di mettere sopra una teglia delle stesse dimensioni come peso per evitare che in cottura la sfoglia gonfi e si deformi (se vi manca spazio in forno o teglie a sufficienza fatelo in 2 o 3 infornate ma è un passaggio veramente importante)

- Tirare fuori dal forno, lasciare raffreddare, portare il forno alla temperatura di 240° e nel frattempo spolverizzare la superficie delle 3 sfoglie con lo zucchero a velo in maniera omogenea

- Infornare dai 3 ai 5 minuti, giusto il tempo che si sciolga lo zucchero e si caramellizzi – mai perdere di vista il forno perché si brucia tutto in un attimo – questa operazione farla magari per una sfoglia alla volta in modo da controllare meglio la cottura

- Tirare fuori e riporre in luogo fresco ed asciutto senza sovrapporre

Per la crema chantilly

- Ammorbidire in acqua fredda la gelatina

- Scaldare in un pentolino il latte insieme ai semini raschiati dal baccello di vaniglia

- In una boule mescolare bene con una frusta i tuorli con lo zucchero e la farina poi versarci sopra il latte caldo, rimettere tutto sul fuoco e lasciare addensare la crema che trasferiremo immediatamente in una boule. Unire subito la gelatina strizzata, amalgamare bene il tutto poi lasciare raffreddare coprendo la crema con una pellicola

- Una volta fredda unire la panna che nel frattempo avremo montato (montarla quando è ben fredda)

Per la Crema Chiboust al caffè e nocciole

- Ammorbidire la gelatina in acqua fredda

- Mettere a scaldare in un pentolino il latte e la panna, unire il caffè solubile e farlo sciogliere bene

- In una boule lavorare i tuorli con lo zucchero e la fecola

- Versare il latte e la panna calda sui tuorli, rimettere tutto sul fuoco e fare addensare

- Togliere dal fuoco e unire la gelatina strizzata, mescolare bene poi lasciare raffreddare

- Tritare le nocciole caramellate ed aggiungerle alla crema fredda

- Nel frattempo montare gli albumi con lo zucchero finché non si otterrà una bella meringa lucida a becco d’oca

- Aggiungere poi la meringa alla crema fredda con l’aiuto di una spatola.

Per il praliné di mandorle e cioccolato

- In un pentolino fondere il cioccolato insieme al burro

- Tritare le mandorle pralinate con un cutter

- Una volta intiepidito il cioccolato unire il pralinato di mandorle tritato e stendere questo composto su una placchetta (delle stesse dimensioni delle sfoglie ottenute) su carta forno, spalmando bene con una spatola in modo da ottenere un foglio appiattito. Mettere in congelatore.

Montaggio torta

- Procurarsi un vassoio o un piatto di portata su cui montare la torta e mettere la prima sfoglia, guarnirla con la crema chantilly (aiutandosi con un sac à poche)

- Ricoprire lo strato di crema chantilly  con un altro strato di sfoglia, decorare ora con la crema chiboust al caffè e nocciole

- Ora tirare fuori dal congelatore il pralinato di cioccolato e mandorle che sarà diventato un foglio rigido e posizionarlo con delicatezza sullo strato di crema al caffè

- Sul pralinato ora guarnire con il resto di crema chantilly e ricoprire con l’ultima sfoglia rimasta

- Decorare con delle strisce di cacao amaro

- Riporre e conservare in frigo

Servire questa meravigliosa millefoglie avendo cura di gustarla dopo una ventina di minuti che l’avete tirata fuori dal frigo in modo da degustarla al meglio.