Filettini di maiale al lardo con bacche di mirto, miele e rosmarino

16 novembre 2012

Era ormai da diverso tempo che aspettavamo l’occasione per utilizzare queste bacche di mirto essiccate che abbiamo preso in Sardegna. In realtà ci siamo accorti che non sono poi così difficili da reperire perché si trovano anche su Internet, e sicuramente appena le avremo terminate è proprio lì che le ordineremo perché sono squisite.

Ci avevano detto che con questi tipi di carne sono fantastiche ed è vero! Rilasciano questo sapore dolce-pungente e con delle note quasi erbacee che ti sembra di mangiare in mezzo alla natura. Il resto degli abbinamenti – lardo, miele, rosmarino – è venuto fuori così per pura ispirazione e ve lo dobbiamo proprio consigliare.

INGREDIENTI (x 4 persone)

- 1 kg di filetto di maiale

- 1 cucchiaio di bacche essiccate di mirto (in alternativa potete usare solo il liquore e magari poche bacche di ginepro)

- 2 rametti di rosmarino

- 4 cucchiai di miele di acacia

- 12 fettine di lardo

- 1 bicchierino di mirto

- 3 / 4 cucchiai di aceto balsamico

- sale

- olio EVO

PROCEDIMENTO

- Mettere 1 cucchiaio di bacche di mirto in una padella con ½ bicchiere di acqua, il rosmarino e un po’ di olio e fare andare a fuoco dolce per 8/10 minuti in modo che l’acqua evapori ma il mirto si ammorbidisca e l’olio si aromatizzi con questi sapori

- Tagliare il filetto di maiale in medaglioni e avvolgere il bordo di ciascun filetto con una fettina di lardo (durante la cottura si attaccherà da solo alla carne)

- Mettere i filetti a rosolare nella padella già calda con il fondo di cottura creato prima. Una volta che hanno preso bene calore versare il bicchierino di mirto, salare, lasciare insaporire e cuocere a fiamma media per 2 / 3 minuti

- A questo punto sfumare con il balsamico, girare i filettini e versare il miele per continuare la cottura per altri 3 / 4 minuti sempre a fiamma media

- Verificare il sale e la cottura dei filetti che devono rimanere rosati al loro interno e verificare altresì la salsa che dovrà essersi ridotta ed addensata

 

Servire i filettini caldi con la loro riduzione e qualche bacca di mirto e unire un filo d’olio crudo (noi li abbiamo serviti con delle patate duchessa)