Calamarata di pasta e pesce con patate e capperi in salsa di pomodori arrostiti

14 novembre 2012

Questo formato di pasta ci piace da pazzi, poi tenuto bello al dente e condito con del pesce è veramente da non smettere mai di mangiarlo. Questo piatto ce lo siamo gustato durante una cena con degli amici nostri e dei nostri animali (per la cronaca i nostri veterinari), insieme ad una marea di altre portate che ci hanno praticamente stesi. A fine cena siamo dovuti svenire sui divani per riprenderci, ma la cosa bellissima è stata vedere i nostri amici pelosi che talmente si sentivano a loro agio perché in mezzo a persone che li amano, che con nonchalance (noi la chiamiamo faccia di bronzo) si sono accomodati a ronfare sulle povere pance piene e provate dei nostri amici!

Anche questo potrebbe essere un ottimo stratagemma per digerire, che dite?

 

 

INGREDIENTI(x 4 persone)

– 500 gr pasta per calamarata

– 500 gr calamari

– 3 patate medie

– 1 cucchiaio di capperi sotto sale

– 1 spicchio aglio

– 5 pomodori maturi

– origano

– erba cipollina

– ½ bicchiere vino bianco

– sale

– peperoncino

– olio EVO

PROCEDIMENTO

Per la salsa di pomodori arrostiti

– Tagliare a metà i pomodori, salarli, mettere un po’ di erba cipollina, origano e olio ed infornarli in una teglia su carta forno a 180° per 50 minuti circa

– A questo punto metterli in una boule e frullarli bene con un frullatore ad immersione aggiustando di sale se necessario. Dovrà risultarne una crema bella liscia e corposa. Tenere da parte

Per le patate

– Tagliare le patate a cubetti e sbollentarle in acqua salata per 5 minuti. Scolarle, farle raffreddare e metterle in una ciotola con un po’ di olio. Tenere da parte

Per il sugo con calamari e capperi

– Pulire i calamari come d’abitudine, tagliarli ad anelli, tagliare e tenere per il sugo anche i tentacoli e mettere il tutto a rosolare in un tegame insieme ad un po’ di olio ed uno spicchio di aglio

– Una volta rosolato bene a fiamma vivace per 5 minuti, sfumare con il vino bianco, unire i capperi ben dissalati, abbassare al minimo il fuoco e proseguire la cottura con coperchio per 10 minuti circa

– Verificare a questo punto la morbidezza dei calamari, eventualmente aggiungere del sale se già solo coi capperi non fosse adeguatamente sapido poi spegnere e tenere da parte

Cottura e mantecatura calamarata

– Lessare la pasta in abbondante acqua salata e scolare molto al dente tenendo un po’ di acqua di cottura

– Versare la pasta nel tegame del sugo ed iniziare a mantecarla unendo un po’ di acqua di cottura e olio

– Unire all’ultimo minuto i cubetti di patate, un po’ di salsa di pomodori arrostiti (un po’ la terremo per guarnire) amalgamare bene e spegnere

 

Servire la calamarata guarnendo con qualche goccia di salsa di pomodoro qua e là con qualche cappero, un filo di olio EVO ed una macinata di peperoncino