Cappelletti Romagnoli della Nonna Noemi

13 febbraio 2012

Ogni famiglia ha la sua ricetta per questo piatto. Per noi questi cappelletti sono un ricordo d’infanzia meraviglioso della nostra nonna Noemi…..quando ce li preparava li doveva nascondere fino al momento di cuocerli, altrimenti ad ogni passaggio in cucina facevamo a gara con nostro zio per mangiarceli crudi….allora sì che la Noemi si agitava! Prepararli insieme é un momento stupendo in cui la sentiamo così vicina da sentire ancora la sua voce…….

INGREDIENTI

Pasta All’Uovo
- 400 gr farina
- 4 uova

Ripieno
- 200 gr brasato al vino rosso (già cotto con il suo sugo)
- 100 gr di mortadella
- 200 gr parmigiano
- 100 gr caciocavallo
- 80 gr ricotta (o stracchino o mozzarella)
- ½ noce moscata
- sale, pepe

PROCEDIMENTO

Preparazione Pasta all’Uovo
Mettere in una planetaria la farina con le uova e lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungere se necessario un po’ d’acqua oppure, se risultasse troppo umido, un po’ di farina (al posto della planetaria é possibile fare la classica fontana e lavorare con le mani).
Fare riposare l’impasto in luogo fresco ed asciutto e nel frattempo procedere con le altre parti della ricetta

Preparazione Ripieno
Mettere in un mixer della carne avanzata da un brasato precedentemente preparato (può essere anche un arrosto di qualunque tipo, di vitello, di manzo, tacchino o anche arista di maiale), unire la mortadella e frullare ad intermittenza (non deve avere la consistenza di un paté). Trasferire il composto ottenuto in una terrina in attesa di aggiungere gli altri ingredienti. Tritare sempre nel mixer il parmigiano e il caciocavallo fino a quando avranno la consistenza di un formaggio grattugiato. Toglierli dal mixer e metterli nella terrina insieme alle carni. A questo punto passare al mixer il formaggio morbido (ricotta o mozzarella o stracchino) insieme alla noce moscata. Aggiungere il ricavato al resto dell’impasto ed iniziare ad amalgamarli bene insieme aggiustando di sale e pepe. Cercare di ottenere un impasto compatto e non liquido (deve avere la consistenza di un impasto per polpette) – Lasciare riposare in frigo.

Preparazione Cappelletti
Lavorare l’impasto che avevamo lasciato riposare con un mattarello o con una macchina per tirare la pasta fino ad ottenere una sfoglia non troppo sottile (lo spessore naturalmente dipende dai gusti).
Ricavare delle strisce di sfoglia che spennelleremo leggermente con dell’albume (per meglio sigillare) e posizionare delle polpettine di impasto (che ricaveremo proprio come faremmo per delle polpette, ossia tra i palmi delle mani) distanziate tra loro 3 / 4 cm. Ricoprire con striscia di sfoglia della stessa dimensione e ricavare i cappelletti con l’aiuto dell’apposito attrezzo.
Metterli stesi su un vassoio che riporremo in frigo (se consumiamo in giornata), oppure in congelatore (dopo un paio d’ore stesi in questo modo in congelatore possono essere messi in sacchetti adatti al congelamento)

Cuocere i cappelletti in abbondante brodo bollente (di gallina o carne per bollito mista insieme a delle verdure naturalmente) per un paio di minuti e portarli direttamente in tavola dentro ad una zuppiera. Aggiungere, se si desidera, del parmigiano grattugiato